Che fine hanno fatto le band degli anni 80?

Wham!: la band è stata attiva dal 1981 al 1986. Dopo la loro separazione Andrew Ridgeley si è ritirato dalle scene mentre George Michael ha continuato la sua carriera da solista con enorme successo per poi venire a mancare il 25 dicembre 2016.

Culture Club: un successo dopo l’altro per questa band capitanata da Boy George. Dopo essersi sciolti numerose volte, la band ha fatto uscire il loro sesto album “Life” nel 2018.

Duran Duran: una delle band più popolari degli anni 80 che nel 2015 ha fatto uscire il loro14esimo album “Paper Gods”.

Queen: una band che non ha bisogno di presentazioni. Dopo la morte di Freddie Mercury nel 1991, la band si è esibita insieme a molti cantanti. Nel 2011 Adam Lambert si è unito a Brian May e Roger Taylor cercando di sostituire l’indimenticabile front man della band.

Guns ‘n roses: dopo moltissimi successi e vari litigi, la band si separò con l’addio di Slash e del bassista Duff McKagan. I loro fan però li hanno potuti rivedere insieme dopo ben 23 anni al festival di Coachella nel 2016.

Righeira: fecero ballare per molte estati le spiagge italiane. Prima con ‘Vamos a la playa’ (1983) poi  due anni dopo con ‘L’estate sta finendo’, che vinse anche il Festivalbar. Dopo varie collaborazioni, come coi Subsonica, il duo Michael-Johnson continua comunque a puntare sui successi degli anni passati.

Eurythmics: il duo britannico formato da Annie Lennox e David A. Stewart ebbe molto successo nel 1983 con la canzone ‘Sweet dreams’. La band si sciolse nel 1990 e si riformò nel 1999 con la pubblicazione dell’album “Peace”. Annie Lennox ha inciso ben 5 album da solista fino a sciogliere definitivamente il duo nel 2009.

Spandau Ballet: gli eterni rivali dei Duran Duran si sciolgono nel 1989 per riunirsi 10 anni dopo pubblicando l’album “Once More”.